IBM e VMware annunciano una partnership strategica per accelerare l’adozione del cloud ibrido
Dall'annuncio della partnership strategica per i servizi cloud, oltre 500 nuovi clienti, fra cui Marriott International, hanno adottato il software VMware su IBM Cloud. L'introduzione di VMware Cloud Foundation su IBM Cloud aiuta a spostare le app esistenti in cloud in poche ore. Più di 4000 tecnici di assistenza IBM formati per aiutare le aziende ad estendere i propri ambienti VMware su IBM Cloud

Las Vegas - 29 ago 2016: Nell'ambito di VMworld® 2016, VMware (NYSE: VMW) e IBM (NYSE: IBM) hanno annunciato oggi la disponibilità dei primi servizi in grado di aiutare le aziende a migrare rapidamente e facilmente i propri carichi di lavoro su cloud. Con più di 500 clienti coinvolti, la partnership globale fra IBM e VMware sta aiutando sempre più organizzazioni a spostare i propri carichi di lavoro su cloud in poche ore, anziché settimane o mesi. Alcuni mesi fa, IBM e VMware si sono alleate per affrontare una delle sfide più pressanti del settore: estendere al cloud i carichi di lavoro VMware degli ambienti on-premise, evitando i costi e i rischi associati alla riorganizzazione delle operation, alla riprogettazione delle applicazioni e alla sicurezza.

Rapida crescita dell'adozione degli ambienti VMware su IBM Cloud da parte delle aziende

Negli ultimi mesi, oltre 500 clienti di entrambe le aziende, fra cui Marriott International, Clarient Global LLC e Monitise, hanno iniziato a migrare i propri ambienti VMware su IBM Cloud. IBM rappresenta una piattaforma cloud strategica per gli utenti VMware, grazie alla rete mondiale di data center in costante crescita e attualmente attestata su quasi 50, tutti  ad alta scalabilità e a livelli di massima sicurezza. Con sqasi il 100% delle aziende Fortune 100 attualmente utenti delle tecnologie VMware, la partnership è studiata per preservare e ampliare gli investimenti in essere su migliaia di data center.

"Le aziende hanno bisogno di mezzi rapidi e immediati per distribuire e spostare i carichi di lavoro fra ambienti on-premise e di cloud pubblico" spiega Robert LeBlanc, Senior Vice President, IBM Cloud. "La nostra collaborazione con VMware diventerà per molte aziende un collante per scalare e creare nuove opportunità di business, ottimizzando gli investimenti IT esistenti in un ambiente di cloud ibrido".

IBM fornisce per la prima volta VMware Cloud Foundation come servizio interamente automatizzato

L'introduzione di VMware Cloud Foundation™ annunciata oggi combina le soluzioni leader di mercato di VMware per computing, archiviazione e virtualizzazione di rete in una piattaforma integrata. Per la prima volta, le organizzazioni potranno disporre di ambienti SDDC (Software Defined Data Center) pre-configurati VMware su IBM Cloud in poche ore, anziché settimane o mesi. La piattaforma integra VMware vSphere®, VMware Virtual SAN™, VMware NSX® e VMware SDDC Manager™, offrendo ai clienti un'ampia scelta per le proprie decisioni infrastrutturali.

Oltre al lancio dei nuovi servizi, è attualmente in corso la formazione di oltre 4000 tecnici di assistenza IBM con tutte le competenze richieste per assistere i clienti con le soluzioni VMware. Questo ampio team di venditori e consulenti offrirà ai clienti il know-how necessario per espandere gli ambienti VMware su cloud.

"IBM e VMware condividono una visione comune fortemente orientata a facilitare il percorso dei clienti verso il cloud" afferma Pat Gelsinger, CEO, VMware. "Il grande successo di questa collaborazione ci ha spinto ad investire ancora più risorse per consentire ai nostri clienti di implementare in poche ore su IBM Cloud le soluzioni definite dal software, grazie alle sofisticate tecnologie di automazione dei carichi di lavoro presenti nei loro data center”.

Marriot migliora l'esperienza dei clienti tramite cloud

Marriott International è una catena di strutture alberghiere rinomata a livello mondiale, con oltre 4500 proprietà in 88 Paesi e territori. L'azienda è sempre alla ricerca di nuovi modi per innovare e trasformare l'esperienza dei propri ospiti. Ampliando il raggio dei propri investimenti VMware su IBM Cloud, senza necessità di riprogettare le applicazioni, i team di sviluppo hanno la possibilità di concentrarsi sull'innovazione preservando gli asset IT esistenti.

"Non si tratta solo di assicurare la soddisfazione dei nostri ospiti, ma di superare qualsiasi aspettativa e lasciare loro un ricordo memorabile dell'esperienza" spiega Alan Rosa, Vicepresidente Senior Tecnologia e Sicurezza IT, Marriott International. "Dalla prenotazione delle camere alla pianificazione delle vacanze fino all'organizzazione di importanti eventi aziendali, il processo d'uso dei nostri servizi e prodotti deve essere fluido e in grado di integrarsi al meglio nello stile di lavoro e d'interazione dei nostri ospiti. Marriot è stata in grado di continuare a innovare lanciando rapidamente nuove applicazioni personalizzabili a supporto di queste esperienze. La partnership fra IBM e VMware consente a noi di Marriott di continuare a fare ciò che facciamo meglio, ampliando al tempo stesso la nostra portata su scala globale con partner in grado di garantire prestazioni solide e affidabili".

La prospettiva degli analisti

Secondo Melanie Posey, Vicepresidente Ricerca, Hosting e Servizi di Rete Gestiti di IDC, "IBM e VMware stanno compiendo sforzi eccezionali per promuovere l'adozione del cloud ibrido da parte delle aziende attraverso l'automazione. La partnership fra IBM e VMware offre alle aziende la possibilità di estendere al cloud i carichi di lavoro esistenti on-premise in modo fluido e senza la necessità di impegnative ristrutturazioni IT, semplificando quindi notevolmente l'intero processo di migrazione".

Risorse aggiuntive

Informazioni su IBM Cloud

IBM Cloud offre un accesso veloce, facile e automatizzato ai servizi di cloud pubblico, privato e ibrido, che consentono alle aziende di ridurre i loro costi IT complessivi, e di aumentare nel contempo agilità e produttività.  IBM offre un portafoglio completo di servizi cloud che supportano una vasta gamma di applicazioni, tra cui big data, analytics, mobile e cognitive computing. Per ulteriori informazioni visitate www.ibm.com/cloud o seguite @ibmcloud.

Informazioni su VMware

VMware è leader globale nel settore delle infrastrutture cloud e della mobilità in ambiente business. Le soluzioni, realizzate partendo dalla tecnologia di virtualizzazione VMware, leader del settore, offrono un nuovo, originale modello di IT fluido, immediato e sicuro. Le aziende possono innovare in modo più rapido, con tempi decisamente ridotti per lo sviluppo, il delivery automatizzato e l’utilizzo sicuro di qualsiasi applicazione. VMware ha realizzato ricavi pari a 6,6 miliardi di dollari nel 2015 e ha più di 500.000 clienti e 75.000 partner. La società ha sede nella Silicon Valley e ha filiali in tutto il mondo; il suo sito web è www.vmware.com.

VMware, Cloud Foundation, vSphere, Virtual SAN e NSX sono marchi registrati o marchi di proprietà di VMware, Inc. o delle sue controllate negli Stati Uniti e in altre giurisdizioni. Tutti gli altri marchi e denominazioni citati nel presente documento possono essere marchi di proprietà delle rispettive società.

Dichiarazioni di carattere previsionale

Il presente comunicato stampa contiene dichiarazioni di carattere previsionale che comprendono, tra l’altro, dichiarazioni relative a VMware Foundation e alla partnership strategica estesa fra IBM e VMware, inclusi servizi e soluzioni risultanti, interoperabilità con altre offerte VMware e potenziali vantaggi per gli utenti. Queste dichiarazioni di carattere previsionale sono soggette alle disposizioni Safe Harbor contenute nel Private Securities Litigation Reform Act del 1995. I risultati effettivi potrebbero materialmente differire da quelli ipotizzati nelle dichiarazioni di carattere previsionale, come conseguenza di alcuni fattori di rischio, compresi ma non limitati a: (i) cambiamenti sfavorevoli nelle condizioni generali economiche o di mercato; (ii) fattori competitivi che comprendono, senza limitarsi ad essi, pressioni sui prezzi, consolidamento del settore e ingresso di nuovi concorrenti nei settori in cui siamo presenti; (iii) l'accettazione di e la capacità di passare a nuovi prodotti, strategie di computing e tecnologie emergenti da parte dei clienti di VMware; (iv) la capacità di VMware di accedere a e mantenere partnership strategicamente efficaci; (v) rapidi cambiamenti tecnologici nei settori in cui siamo presenti; (vi) modifiche alla pianificazione dello sviluppo di prodotti e servizi, (vii) la capacità di VMware di proteggere le proprie tecnologie proprietarie; (viii) la capacità di VMware di realizzare sinergie a seguito dell'acquisizione di EMC da parte di Dell;.(viv) la relazione di VMware con EMC Corporation e la capacità di EMC di controllare aspetti che richiedono l'approvazione degli stakeholder, e qualsiasi modifica che Dell potrebbe implementare a seguito del completamento della fusione Dell-EMC, così come altri rischi indicati in dettaglio nei documenti inviati alla Securities and Exchange Commission, inclusi i report più recenti di VMware sui moduli 10-Q e 10-K, e i report attuali sul modulo 8-K che potrebbero essere inviati di tanto in tanto. Queste dichiarazioni di carattere previsionale sono aggiornate alla data del presente comunicato stampa e si basano sulle aspettative attuali. VMware non si assume alcun obbligo (e non ne ha attualmente alcuna intenzione) di aggiornare le suddette dichiarazioni previsionali in data successiva al presente comunicato.