Vivocha passa da AWS a IBM Bluemix per lo sviluppo di nuove applicazioni in cloud
Con Bluemix arricchirà la sua piattaforma di e-Commerce con nuovi strumenti di ‘customer engagement’ online e sicuri

Milano - 01 ott 2014: IBM ha annunciato che Vivocha sta utilizzando IBM Bluemix per sviluppare ulteriormente la sua piattaforma e integrare, in modo rapido, efficace e sicuro, nuove funzionalità ‘customer centric’ nel cloud. Vivocha offre una soluzione Software-as-a-Service (SaaS) per le aziende che operano online, inclusi i retailer, e intendono migliorare l’ingaggio dei propri  clienti. Nel mondo digitale di oggi, le imprese online devono fare di più per attirare e soddisfare i propri clienti, per esempio fornire migliori servizi di supporto. Lo shopping online continua a registrare una crescita a due cifre.  Tuttavia, la capacità di attenzione online dei consumatori – che si evince dal tempo trascorso in media su un sito web, dalle pagine web aperte e dal ‘conversion rate’ – ha toccato un nuovo record negativo negli ultimi 12 mesi. Vivocha aiuta le aziende a interagire con i consumatori in modo nuovo: grazie al cloud risponde alle richieste di supporto da parte dei clienti in tempo reale, comunicando attraverso una combinazione di video, VoIP, chat, callback e tool collaborativi, come la navigazione assistita e la condivisione di documenti, disponibili online o via app mobile.

Vivocha ha trasferito di recente la maggior parte delle funzionalità di reporting centrali da Amazon Web Services a IBM Bluemix e ora sta sviluppando nuove app per il customer service sfruttando il vasto portafoglio di funzionalità Bluemix per Big Data e analytics, sicurezza e cloud ibrido. Così facendo, Vivocha può rendere operativi in meno di cinque minuti i nuovi canali di comunicazione con i propri clienti basati su mobile e social (“systems of engagement”). Questo unito alla possibilità di collegarsi con rapidità e in sicurezza ai dati di infrastruttura back-end ("sistems of record”) del cliente, come i dati sensibili dei clienti e i dati finanziari, che hanno esigenze di sicurezza critiche.

“Siamo passati a IBM Bluemix per sfruttare una vasta gamma di tool e servizi open source – sia di IBM che di terzi – che ci permettono di fornire ai clienti le funzionalità desiderate, pur mantenendo un elevato livello di sicurezza, disponibilità e scalabilità”, spiega Federico Pinna, CTO e co-fondatore di Vivocha. “Grazie a Bluemix, possiamo offrire ai nostri clienti modelli di customer engagement analitici più solidi e aiutarli a migliorare nettamente la percentuale di visitatori del sito che si trasformano in clienti”.

Basato su Cloud Foundry e sull’infrastruttura cloud IBM di SoftLayer, Bluemix unisce, al vasto portafoglio middleware di IBM, servizi di terze parti, per offrire agli utenti un’esperienza di sviluppo di app open-source in ambiente cloud. IBM Bluemix aiuta inoltre sia gli sviluppatori nati sul web sia quelli che lavorano in ambienti IT tradizionali a creare nuove app mobile e web basate su cloud, con strumenti specifici per le singole esigenze di integrazione e funzionalità. La PaaS (Platform-as-a-Service) prevede inoltre un modello “DevOps nel cloud”, che consente agli sviluppatori di creare, distribuire e migliorare rapidamente le proprie app sulla base del feedback continuo fornito dai test e dagli utenti.

“Vivocha entra a far parte della sempre più ampia community di aziende e sviluppatori che migrano verso la piattaforma Bluemix, e l’adottano a rapida velocità”, commenta Sandy Carter, General Manager, Ecosystem Development, IBM. “La capacità unica di Bluemix di fornire un’esperienza di sviluppo delle app rapida e basata su open source, associata all’ampia gamma di servizi software di IBM ora disponibile sulla piattaforma, aiuterà Vivocha a introdurre velocemente nuovi prodotti, per aiutare le aziende a interagire meglio con i propri clienti”.

Dal suo annuncio di febbraio, IBM ha registrato una rapida adozione di Bluemix presso i propri clienti e partner quali, tra gli altri Bay Area Rapid Transit (BART), GE Capital, Financial Insurance Management Corp (FIMC), GameStop, Pitney Bowes, Continental Automotive e start-up quali  EyeQ, aPersona e Byte.

Per saperne di più su come Vivocha sta sviluppando un più solido customer engagement con IBM Bluemix, guardate questo video.

Vivocha
Vivocha offre un servizio basato su cloud, pensato per le imprese che vogliono interagire con i propri clienti online, utilizzando il canale di comunicazione più efficace. Vivocha consente alle imprese di comunicare senza soluzione di continuità con clienti potenziali ed esistenti direttamente sul sito web, utilizzando qualsiasi combinazione di VoIP, video, chat, callback e tool di collaborazione, come la navigazione assistita e la condivisione di moduli e documenti.
 

IBM Bluemix
Grazie a programmi come la nuova iniziativa Bluemix Garage e la partecipazione alla Cloud Foundry Foundation, IBM espande la portata del cloud agli sviluppatori di tutto il mondo, una popolazione destinata a crescere a più di 26 milioni entro il 2016. Meeting virtuali tra gli sviluppatori Bluemix si sono tenuti a livello globale in Asia, America Latina, Europa, India, Africa, America del Nord e altrove; IBM inoltre collabora con la Strathmore University di Nairobi, in Kenya, per espandere l’istruzione e la formazione sullo sviluppo basato su cloud all’interno delle economie high-tech africane in rapida crescita.

Per ulteriori informazioni su IBM DevOps e BlueMix, visitate il sito www.ibm.com.