IBM PER LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE PRIORITA’: INNOVAZIONE DIGITALE

Roma, Italia - 26 mag 2015: IBM prende parte alla XXVI edizione del Forum della Pubblica Amministrazione, in programma al Palazzo dei Congressi di Roma dal 26 al 28 maggio, per condividere soluzioni e progetti frutto di una costante attività di ricerca e dalla collaborazione con partner e aziende pubbliche e private sia in Italia sia in altri paesi. Obiettivo di IBM è il sostegno all’Agenda Digitale e alla trasformazione della macchina amministrativa, centrale e locale, i cui sviluppi dipenderanno sempre più dalla velocità impressa sia agli interventi programmati che alle scelte ancora da effettuare. Dalla fatturazione alla cartella clinica elettronica, dai pagamenti digitali alla teleassistenza, molte sono le soluzioni attuabili, ma i gap del nostro Paese nei confronti dei partner europei sono ancora ampi e molto si potrebbe fare.

Oggi più che mai riteniamo, infatti, che una pubblica amministrazione efficiente, trasparente, collaborativa e innovativa possa agire da volano per la crescita del Paese. Per fare questo l’intero sistema ha però bisogno di un salto culturale, che consenta di mettere in atto soluzioni e progetti che si sono dimostrati già vincenti in altri contesti. Se l’obiettivo a tendere è una macchina in grado di assicurare trasparenza ed efficienza nei rapporti tra Stato, imprese e cittadini, rendendo i progetti sostenibili dal punto di vista finanziario, è necessario un ripensamento dei processi organizzativi, un sostegno allo sviluppo delle nuove competenze professionali e una decisa apertura alle nuove tecnologie, che consentano ad esempio di valorizzare la grande massa di informazioni, strutturate e non, già disponibili, trasformando il concetto di Open Data in fruizione della conoscenza.

In questa direzione possiamo evidenziare le soluzioni basate sul cognitive computing, la nuova frontiera che con Watson e le sue applicazioni nella ricerca clinica e nella sanità, garantiscono strumenti di aiuto al processo decisionale.

Allo stesso tempo, il cloud rispecchia il modello ideale per offrire accesso alla tecnologia che sostiene i servizi chiave delle Amministrazioni pagando solo a consumo. L’apertura il prossimo 16 giugno del nuovo data center italiano di IBM, offrirà ampie potenzialità e valore strategico per le aziende e gli enti pubblici del nostro Paese. Inoltre Bluemix, la piattaforma open-standard di IBM di immediata usabilità offre strumenti, e servizi, permettendo di ridurre drasticamente i tempi per la realizzazione delle applicazioni e la loro integrazione, velocizzando la creazione di servizi pubblici integrati.

Infine, il social lissening effettuato da IBM, durante l’ultimo anno nelle conversazioni Twitter, evidenzia il grado di consapevolezza sui temi della data privacy e della data protection in Italia rispetto agli altri Paesi EU. L’attenzione crescente e la sempre maggiore sofisticazione degli attacchi informatici, rende indispensabile infatti un approccio integrato alla sicurezza digitale da cui dipende la difesa di interessi strategici per il Paese e la tutela dei cittadini, delle imprese e della stessa amministrazioni pubblica.

Oltre a prendere parte ai convegni organizzati da ForumPA (per approfondire http://iniziative.forumpa.it/expo15), IBM ha organizzato alcuni incontri di dibattito e approfondimento presso la propria area espositiva. Qui i temi spazieranno da Big Data e Analytics all’applicazione del cognitive computing in ambito sanitario, dalla trasformazione dell’impresa digitale alla data privacy, dalle soluzioni per nuove forme di interoperabilità tra enti al Cloud come ambiente operativo per la realizzazione di servizi efficienti. E’ inoltre presente un'area dedicata a SoftLayer, per mostrare i vantaggi di ambienti e soluzioni Cloud, con demo e specialisti dedicati.