SMAU2015: IBM affianca aziende e startup per la crescita del Paese
Le tecnologie digitali abilitano nuove forme di creatività e di imprenditorialità. Dal 21 al 23 ottobre, IBM racconterà come ciò avviene, assieme ad alcuni partner del suo ecosistema cloud. E perché

Milano - 21 ott 2015: Fino a ieri social, mobile, analytics e cloud, oggi anche security, IoT e cognitive computing: ecco le tecnologie digitali ormai imprescindibili per qualsiasi processo di innovazione e sviluppo al quale sono chiamate le imprese italiane, di ogni settore e dimensione. Le modalità di fruizione ‘a consumo’, in rapida crescita anche nel nostro Paese, riducono alcune barriere all’adozione dell’innovazione ma, nel contempo, richiedono la disponibilità di infrastrutture e di soluzioni tecnologiche d’avanguardia in grado di soddisfare esigenze - solo apparentemente in contrasto - di standardizzazione, personalizzazione, apertura ai mercati globali e specificità territoriali.

Si tratta di bisogni che IBM, coniugando presenza internazionale e radicamento locale, è in grado di soddisfare tramite il valore dei propri investimenti in ricerca e le acquisizioni, le competenze e le soluzioni. E oggi, grazie ai nuovi modelli IT basati sul cloud computing, tutto ciò è alla portata di ogni tipo di organizzazione, delle aziende più grandi alle startup.

“Quest’anno - dichiara Maria Cristina Farioli, Direttore Marketing & Comunicazione di IBM Italia - IBM testimonierà a SMAU che l’evoluzione delle imprese italiane e il rafforzamento della loro capacità competitiva passano attraverso nuove forme di creatività favorite dall’impiego della tecnologia digitale. Tecnologia che, tra gli altri, ha il volto della piattaforma di sviluppo Bluemix e i vantaggi dei software open standard, e il cui accesso si slega dall’aspetto dimensionale grazie alla disponibilità di soluzioni ‘a consumo’ fornite via cloud.

“La collaborazione che offriamo ad aziende di ogni tipo, insieme con il sostegno garantito alle startup, alle iniziative promosse dai diversi incubatori e agli ecosistemi di impresa, attestano il valore di un impegno costante a favore del Paese e della sua crescita”.

SMAU 2015 sarà l’occasione per raccontare a imprese e operatori, tradizionali e nuovi, la strategia dell’azienda nelle aree emergenti della tecnologia e come viene concretamente declinata in progetti a sostegno dell’innovazione delle imprese italiane.

Il contributo di IBM alla manifestazione vedrà l’intervento di Maria Cristina Farioli al convegno inaugurale “Stati Generali dell’Innovazione delle Regioni Italiane” e l’organizzazione di tre workshop dedicati al tema del Cloud.

In particolare, questi ultimi si terranno presso l’Arena Cloud Login 2 - Pad.1 il 21, 22 e 23 di ottobre dalle ore 14:00 alle 14:30. Quanto ai singoli interventi, Alessandra Brasca - Cloud Business Development Executive di IBM Italia - spiegherà come il cloud di IBM abilita l'innovazione in modo sempre più rapido, garantendo consistenza e continuità dei processi "core”. Lo farà con il contributo di alcuni tra ISV e startup dell’ecosistema di partner IBM –Digital Forest, ESC e VOIP - che hanno saputo realizzare progetti innovativi grazie alle soluzioni infrastrutturali e di sviluppo in cloud, ovvero SoftLayer e Bluemix.

 

Workshop

21 ottobre, 14.00 -14.30 
Accelerare l’innovazione digitale con IBM SoftLayer e Bluemix
Relatore: Alessandra Brasca, Cloud Business Development Executive di IBM Italia

con la partecipazione di Marco Ruffoni, socio fondatore e amministratore delegato di ESC

22 ottobre, 14.00-14.30
Accelerare l’innovazione digitale con IBM SoftLayer e Bluemix
Relatore: Alessandra Brasca, Cloud Business Development Executive di IBM Italia

con la partecipazione di Edoardo Tosetti, CEO e Co-founder di POIP

23 ottobre, 14.00-14.30
Accelerare l’innovazione digitale con IBM SoftLayer e Bluemix
Relatore: Alessandra Brasca, Cloud Business Development Executive di IBM Italia

con la partecipazione di Roberto Vergani, CEO e founder di Digital Forest

 

Risorse

Link

ibm.com/it