IBM: un 2016 con Panorama d'Italia, ora nell'era del business cognitivo

MIlano, Italy - 09 mar 2016: Il dialogo con le piccole e medie aziende, gli imprenditori dell’innovazione, le università e i rappresentanti delle Istituzioni che ogni giorno, sul territorio, affrontano le sfide di mercato interrogandosi sulle nuove frontiere della tecnologia: è questa, in sintesi, la finalità che anima IBM alla vigilia del tour 2016 di Panorama d’Italia. Seguendo il solco tracciato nei due anni precedenti, l’azienda continuerà dunque a favorire il confronto e il dibattito intorno alle esigenze che, in un’era dominata dai dati, si legano ai processi di trasformazione digitale della società e dell’economia italiane da cui dipendono l’innovazione e la crescita dell’intero Sistema-Paese.

<< Oggi nessuno dubita più dell’importanza dei dati - dichiara Maria Cristina Farioli, direttore marketing e comunicazione di IBM Italia - e del loro valore strategico. Solo che essendo per l’80% di natura complessa e imprevedibile e, proprio per questo ora invisibili al business, occorre mettere in campo sistemi e soluzioni di un tipo completamente nuovo. Per questo parliamo di computing cognitivo e di Watson che interagisce con l’uomo, comprende la complessità del mondo e dà risposte con un elevato livello di probabilità”.

Non poche le aree che stanno registrando in tutto il mondo un deciso sviluppo applicativo: sanità e ricerca medica, finanza, commercio, viaggi, servizi di call center, agricoltura sono quelle allo stadio più avanzato. Lo stesso l’Internet delle Cose - mercato da 1,7 trilioni di dollari nel 2020 - sarà sempre più di tipo cognitivo.

Anche per questo, a inizio di quest’anno, IBM ha acquisito gli asset digitali di The Weather Company la cui piattaforma cloud analizza, ogni 15 minuti, il volume di informazioni di carattere meteorologico provenienti dai 2,2 miliardi di punti previsionali che avvolgono il globo consentendo così di evadere 15 miliardi di richieste giornaliere da industrie di ogni tipo. E’ una vera miniera di dati proprio per lo sviluppo del cognitive business dei clienti.

Di città in città, IBM darà vita a diverse tipologie di incontro. Si va dai dibattiti sulle startup e gli sviluppatori - ai quali l’azienda mette a disposizione la piattaforma IBM Bluemix che apre le porte ai servizi cognitivi - a quelli negli Atenei dove si parlerà di sviluppo di nuove competenze, oggi fondamentali per il mercato del lavoro. Momenti di rilievo saranno anche i ‘Grandi incontri di Focus’: qui lo spazio è dedicato ai temi della sostenibilità, dell’ambiente e dell’energia per mettere in luce in che modo i dati di cui disponiamo, e i sistemi cognitivi che li interpretano, si preannunciano di grande utilità per tanti settori della nostra economia.

La tappa milanese di Panorama d’Italia, prevista a ottobre, coinciderà con il “secondo episodio” di Business Connect, evento IBM in agenda il 5 maggio per il dialogo con CIO, CMO e Sviluppatori. Ospite d’eccezione il robot umanoide Nao che proprio a Watson deve le sue capacità cognitive.