OpenPOWER Foundation: ancora tante innovazioni pronte per il mercato
La Fondazione conta ormai oltre 200 membri e in occasione del summit vengono presentate più di 50 novità

Milano - 09 apr 2016: La OpenPOWER Foundation ha dichiarato di aver realizzato  più di 50  soluzioni innovative, software ed infrastrutturali, che riguardano l’intero ecosistema tra cui server, schede ed acceleratori. Presentati in occasione del secondo OpenPOWER Summit annuale, questi nuovi prodotti estendono le oltre 30 soluzioni OpenPOWER già disponibili nel mercato. “Per soddisfare le esigenze dei data center di oggi, le imprese hanno bisogno di sistemi aperti, in grado di fornire maggiore flessibilità e velocità, a un costo ridotto”, afferma Calista Redmond, Presidente della OpenPOWER Foundation e Director di OpenPOWER Global Alliances, IBM. “Le innovazioni presentate oggi offrono alle imprese una maggiore possibilità di scelta, consentendo di sfruttare carichi di lavoro  più elevati e di gestire più efficacemente gli analytics per generare risultati di business migliori”. 

Dalla sua costituzione due anni fa, la OpenPOWER Foundation è cresciuta rapidamente fino a comprendere più di 200 aziende, organizzazioni e singole persone in 24 Paesi. La fondazione continua a fornire la tecnologia e gli strumenti di collaborazione necessari per offrire soluzioni personalizzate e prestazioni più elevate,  inclusi gli hyperscale data center e le organizzazioni di High Performance Computing. Le innovazioni di OpenPOWER si basano sul lavoro di  una comunità in espansione di oltre 2.300 ISV che supportano applicazioni “Linux on POWER”.

Tra i prodotti presentati oggi dai membri di OpenPOWER figurano:

  • Nuovi server per High Performance Computing e Cloud – I membri della fondazione hanno presentato più di 10 nuovi sistemi basati su OpenPOWER:
    • Rackspace ha annunciato che “Barreleye” è passato dal laboratorio al data center. Rackspace prevede per “Barreleye” la disponibilità generale nel corso dell’anno, con le prime applicazioni sul Rackspace Public Cloud alimentato da OpenStack.
    • IBM, in collaborazione con NVIDIA e Wistron, ha in programma di rilasciare la sua seconda generazione di server High Performance Computing OpenPOWER, che comprende il supporto per la piattaforma NVIDIA® Tesla® Accelerated Computing Platform (maggiori informazioni). Il server sfrutterà i processori POWER8 collegati direttamente ai nuovi acceleratori GPU NVIDIA Tesla P100, tramite la tecnologia di interconnessione ad alta velocità NVIDIA NVLink™. I primi sistemi saranno disponibili nel 4° trimestre 2016. Inoltre, IBM e NVIDIA prevedono di creare laboratori per aiutare gli sviluppatori e gli ISV a eseguire il porting delle applicazioni sulla piattaforma basata su POWER8 e NVIDIA NVLink.
    • Con disponibilità prevista in aprile, TYAN GT75-BP012 è una soluzione server 1U basata su POWER8, con  architettura ppc64. La piattaforma basata su OpenPOWER offre capacità eccezionali per l’”in-memory computing” con una occupazione di soli 1U.
  • Utilizzo esteso di CAPI per gli acceleratori - I membri della fondazione, tra cui Bittware, IBM, Mellanox e Xilinx, hanno presentato più di una dozzina di nuove soluzioni di acceleratori basati sulla tecnologia CAPI (Coherent Accelerator Processor Interface). In occasione del summit, Alpha Data ha presentato inoltre un hardware CAPI basato su Xilinx FPGA. Queste nuove tecnologie di acceleratori sfruttano il CAPI per fornire vantaggi in termini di prestazioni, costi e consumi, rispetto ai programmi applicativi che girano su core o acceleratori collegati a mezzo di interfacce che non garantiscano la coerenza della memoria. Si tratta di un elemento di differenziazione chiave per la creazione di una infrastruttura in grado di accelerare l'elaborazione di workload big data ed analytics sull’architettura POWER.
  • Un impegno continuo nella ricerca sulla genomica - Sulla scia delle positive collaborazioni con LSU e tranSMART, i membri della OpenPOWER Foundation continuano a compiere nuovi progressi nella ricerca sulla genomica. Oggi Edico Genome ha annunciato la DRAGEN Genomics Platform, che consente un’analisi ultra-rapida dei dati genomici, riducendo il tempo richiesto per analizzare un intero genoma da ore a pochi minuti e permettendo agli operatori sanitari di individuare i pazienti a maggiore rischio oncologico prima che si verifichi un peggioramento delle condizioni. La velocità senza precedenti di DRAGEN viene sfruttata per diagnosticare rapidamente i neonati critici, migliorare il tempo di risposta per i test prenatali e identificare rapidamente i focolai di malattie infettive.
  • Sviluppata in collaborazione con Xilinx e IBM, la soluzione è dotata di DRAGEN di Edico, Virtex-7 980T FPGA di Xilinx, su IBM Power Systems S822LC. La combinazione di CPU POWER, banda di memoria elevata e velocità e accuratezza potenziate di DRAGEN consentirà a clienti come il Rady Children’s Institute for Genomic Medicine di San Diego di sfruttare l’analytics avanzata nella genomica e nelle bioscienze.

Per ulteriori informazioni sulle innovazioni annunciate oggi, consultare la scheda OpenPOWER.

OpenPOWER Foundation
La OpenPOWER Foundation è un’organizzazione associativa per lo sviluppo aperta e globale, costituita per facilitare e ispirare l’innovazione collaborativa sull’architettura POWER. I membri di OpenPOWER condividono competenza, investimenti e proprietà intellettuale per sviluppare soluzioni che rispondono alle esigenze dei clienti in continua evoluzione.

La OpenPOWER Foundation consente ai membri di personalizzare i processori CPU POWER, le piattaforme di sistema, il software firmware e middleware, per l’ottimizzazione delle loro esigenze commerciali e organizzative. Le innovazioni già fornite e in fase di sviluppo comprendono sistemi personalizzati per data center su grande scala, accelerazione del carico di lavoro tramite GPU, FPGA o I/O avanzato e ottimizzazione della piattaforma per appliance software o sfruttamento avanzato della tecnologia hardware.

Per maggiori dettagli, visitate il sito www.openpowerfoundation.org.