IBM e Pfizer insieme per accelerare la ricerca immuno-oncologica con Watson per la scoperta di nuovi farmaci
La collaborazione unisce le competenze di cognitive computing di IBM Watson con le conoscenze scientifiche di Pfizer per aiutare gli scienziati a trovare insight rilevanti

Armonk, NY - 01 dic 2016: IBM Watson Health e Pfizer Inc. hanno annunciato una collaborazione che vedrà l’utilizzo di IBM Watson Drug Discovery per contribuire ad accelerare la ricerca immuno-oncologica di Pfizer, un approccio al trattamento del cancro che utilizza il sistema immunitario del corpo per aiutare a combattere la malattia. Pfizer è una delle prime organizzazioni al mondo ad utilizzare Watson Drug Discovery, e il primo a personalizzare la soluzione basata su cloud – adottando il machine learning di Watson, il linguaggio naturale e le altre tecnologie cognitive per sostenere l'identificazione di nuovi farmaci specifici, lo studio della combinazione delle terapie e le strategie di selezione dei pazienti in immuno-oncologia. Immunoterapie che modificano il sistema immunitario del paziente per riconoscere e indirizzare le cellule tumorali utilizzando una combinazione di vaccini, immunomodulatori, e le piccole/grandi molecole, stanno ridisegnando il campo dell'oncologia. I ricercatori di Pfizer useranno Watson Drug Discovery per analizzare enormi volumi di dati provenienti da fonti diverse, compresi i dati in licenza e quelli accessibili al pubblico, nonché i dati di proprietà di Pfizer. Con questo nuovo strumento, i ricercatori potranno analizzare e testare le loro ipotesi e dar vita in tempo reale a insight basati sulle evidenze. La tecnologia su misura può anche supportare le valutazioni di sicurezza.

Il cancro è una delle principali cause di morte in tutto il mondo ed è probabilmente una delle malattie più complesse che affligge il genere umano(1). Molti ricercatori ritengono che il futuro dell’immuno-oncologia si trovi in combinazioni su misura legate alle caratteristiche uniche di ciascun tumore, in grado di trasformare il paradigma del trattamento del cancro e di consentire a più pazienti oncologici di essere trattati.

"Pfizer continua nel suo impegno per rimanere all'avanguardia nella ricerca immuno-oncologica", ha detto Mikael Dolsten, Presidente, Pfizer Worldwide Research & Development. "Con l'incredibile volume di dati e la letteratura disponibile in questo campo così complesso, riteniamo che l'accesso a tecnologie avanzate sia in grado di aiutare i nostri scienziati a identificare nuove combinazioni di agenti immunomodulanti più rapidamente. Siamo fiduciosi che, combinando le capacità cognitive di Watson ai nostri sforzi per scoprire nuovi farmaci, saremo in grado di proporre in modo più rapido promettenti nuove terapie immuno-oncologiche ai pazienti."

Laurie Olson, Executive Vice President, Strategy, Portfolio and Commercial Operations di Pfizer, ha detto "In Pfizer, stiamo varcando un nuovo confine dell'innovazione sul tema dei dati, stiamo investendo in una serie di nuove tecnologie e soluzioni digitali per aiutarci ad usare la miniera di dati dinamici provenienti da fonti interne ed esterne per trovare nuove connessioni nel campo della scienza, o per capire meglio come le malattie progrediscono e come potrebbero potenzialmente essere trattate. Applicare la potenza del calcolo cognitivo ad una zona che è una parte fondamentale del nostro DNA - scoprendo nuovi farmaci - sta aiutando Pfizer a imparare come scoprire in modo più efficiente le terapie immuno-oncologiche che hanno le migliori possibilità di dare risultati positivi per i pazienti".

La nuova offerta cloud-based Watson for Drug Discovery mira ad aiutare i ricercatori a scoprire nuovi farmaci target e a ottenere indicazioni su farmaci alternativi. Il ricercatore medio legge tra 200 e 300 articoli in un anno(2), mentre Watson for Drug Discovery ha assimilato 25 milioni di abstract di Medline, più di 1 milione di articoli di riviste mediche, 4 milioni di brevetti ed è regolarmente aggiornata. Watson for Drug Discovery può essere arricchita con i dati interni di un'organizzazione come i report di laboratorio e può aiutare i ricercatori a esaminare insiemi di dati eterogenei per far emergere eventuali relazioni e rivelare modelli nascosti attraverso visualizzazioni dinamiche.

"Crediamo che le prossime grandi innovazioni mediche emergeranno quando i ricercatori e gli scienziati scopriranno nuovi modelli tra l’insieme delle conoscenze esistenti. Per fare questo, hanno bisogno di accedere a strumenti di ricerca e sviluppo che possano aiutarli a farsi strada in modo efficiente tra le opportunità e le sfide presentate dall’esplosione dei dati a livello globale", ha detto Lauren O'Donnell, Vice President of Life Sciences, IBM Watson Health. "IBM è onorata di collaborare con Pfizer e mettere Watson for Drug Discovery al lavoro per sostenere gli sforzi nel portare immunoterapie salvavita a medici e pazienti in tutto il mondo."
 
A proposito di IBM Watson Health
Watson è il primo strumento con capacità cognitive disponibile in commercio e rappresenta una nuova era nel computing. Il sistema, fornito in cloud, analizza grandi volumi di dati, comprende questioni complesse poste in linguaggio naturale e propone risposte basate sui fatti. Watson impara continuamente, acquistando valore e conoscenza nel tempo grazie alle interazioni precedenti. Nel mese di aprile 2015, l'azienda ha lanciato IBM Watson Health e la piattaforma Watson Health Cloud. La nuova unità lavora con medici, ricercatori e assicuratori per aiutarli a innovare facendo emergere spunti dalla massiccia quantità di dati sanitari personali creati e condivisi ogni giorno. Watson Health Cloud può rendere anonima l'identità del paziente e consentire di ottenere informazioni da condividere e combinare con una vista aggregata dinamica e in continua crescita di dati clinici, di ricerca e socio sanitari. Il portafoglio Watson Health include una varietà di informazioni, offerte di analitica e cognitive per aiutare le organizzazioni in campo sanitario ad affrontare le sfide complesse che sono relative alla scoperta di nuovi farmaci, alla conformità normativa, ai test sul campo e all'ottimizzazione commerciale.

Per ulteriori informazioni su Watson for Drug Discovery, visitate: http://ibm.co/WDD

Per ulteriori informazioni su IBM Watson Health, visitate: ibm.com/watsonhealth
 
Pfizer Inc: Lavorare insieme per un mondo più sano®
Alla Pfizer applichiamo la scienza e le nostre risorse globali per portare alle persone terapie che possano prolungare in modo significativo o migliorare la loro vita. Ci sforziamo di definire lo standard di qualità, di sicurezza e di valore nella scoperta, sviluppo e produzione di prodotti per la cura della salute. Il nostro portafoglio comprende farmaci e vaccini, così come molti dei prodotti di cura tra i più noti al mondo. Ogni giorno, i ricercatori Pfizer lavorano in tutti i mercati, sia sviluppati sia emergenti, per far progredire il benessere, la prevenzione, i trattamenti e le cure che sfidano le malattie più temute del nostro tempo. Coerentemente con la nostra responsabilità come una delle principali aziende biofarmaceutiche innovative al mondo, collaboriamo con operatori sanitari, governi e comunità locali per sostenere ed espandere l'accesso a cure sanitarie affidabili e a prezzi accessibili in tutto il mondo. Per più di 150 anni, Pfizer ha lavorato per fare la differenza per tutti coloro che le si affidano.

Per ulteriori informazioni, visitate il sito: www.pfizer.com.

Inoltre, potete seguirci su Twitter agli account @Pfizer e @Pfizer_News, su LinkedIn, YouTube e Facebook alla pagina Facebook.com/Pfizer.
 
AVVISO PFIZER: Le informazioni contenute in questa versione sono quelle disponibili al 1 dicembre 2016. Pfizer non si assume alcun obbligo di aggiornare le dichiarazioni contenute in questo comunicato, come il risultato di nuove informazioni o di eventi o sviluppi futuri.
 
Questo comunicato stampa contiene informazioni previsionali circa il potenziale dell’immuno-oncologia e della collaborazione tra Watson Health e Pfizer allo scopo di personalizzare IBM Watson for Drug Discovery e contribuire ad accelerare la ricerca di Pfizer in immuno-oncologia, compresi i potenziali benefici, le attività che comportano rischi ed incertezze sostanziali che potrebbero causare risultati effettivi materialmente diversi da quelli espressi o impliciti in tali dichiarazioni.

Rischi e incertezze includono, tra le altre cose, le incertezze inerenti la ricerca e sviluppo; incertezze riguardanti se e quando la collaborazione avrà successo e se e quando si produrranno alcuni farmaci target o potenziali candidati alle terapie immuno-oncologiche; se e quando tutte le applicazioni dei farmici target potranno essere depositate presso le autorità di regolamentazione; se e quando le autorità di regolamentazione potranno approvare tali applicazioni, cosa che dipenderà dalla valutazione del rischio-beneficio suggerito dalla totalità delle informazioni su efficacia e sicurezza presentate; le decisioni delle autorità di regolamentazione in materia di etichettatura e/o di altre questioni che potrebbero influenzare la disponibilità o il potenziale commerciale delle eventuali terapie immuno-oncologiche candidate; e i relativi sviluppi competitivi. Un’ulteriore descrizione dei rischi e delle incertezze si può trovare nella relazione annuale di Pfizer sul modulo 10-K dell'anno fiscale conclusosi il 31 dicembre 2015 e nelle sue successive relazioni sul Form 10-Q, anche nelle sue sezioni intitolate "Fattori di rischio" e "Informazioni previsionali e fattori che possono influenzare i risultati futuri", così come nelle sue relazioni successive su Form 8-K, che sono tutti depositato presso la US Securities and Exchange Commission e disponibili all'indirizzo www.sec.gov e www.pfizer.com


Note:

1. National Cancer Institute, “Cancer Statistics.” Consultata il 18 November 2016. Disponibile all’indirizzo:  http://ibm.biz/Bdsqw9

2. Van Noorden R. Scientists http://ibm.biz/BdrAjS, 3 febbraio 2014.