IBM Cloud for Financial Services: a Bank of America si unisce BNP Paribas per promuovere la piattaforma in Europa
IBM crea l’Industry Cloud Advisor Council; continua a investire nella sicurezza e annuncia l’IBM Research Cloud Innovation Lab

ARMONK, NY, 22 luglio 2020 – IBM (NYSE: IBM) ha annunciato che numerose banche mondiali, tra cui BNP Paribas, uno dei più grandi istituti europei, entreranno a far parte di un ecosistema in continua espansione, che comprende istituzioni finanziarie e provider tecnologici che hanno già adottato IBM Cloud for Financial Services. Questo annuncio segna anche una tappa importante nella collaborazione tra IBM e Bank of America, grazie al lancio di IBM Cloud Policy Framework for Financial Services, un cloud di nuova generazione, basato sui più diffusi standard operativi e dotato di funzionalità per il controllo semplificato delle conformità con le normative del settore. L’ecosistema sviluppato da IBM potrà operare in un ambiente estremamente sicuro.

IBM ha anche annunciato la costituzione del Financial Services Cloud Advisory Council, organismo creato per supportare le attività dell’ecosistema e per fornire ai partner consulenza specifica sull’adozione e sull’avanzamento di IBM Cloud Policy Framework for Financial Services. Tony Kerrison, Chief Technology Officer, rappresenterà Bank of America nel Consiglio, che sarà guidato da Howard Boville, Senior Vice President IBM Cloud. Obiettivo del Consiglio quello di riunire le principali istituzioni finanziarie per favorire l’evoluzione della cloud security in un settore altamente regolamentato.

“Il nostro cloud privato, sul quale risiede la maggior parte delle attività, ha avuto un grande successo”, ha dichiarato David Reilly, Global Banking&Markets, Enterprise Risk&Finance Technology and Executive Technology Infrastructure Core di Bank of America. “Contestualmente abbiamo cercato di sviluppare una soluzione specifica per i servizi finanziari, che potesse garantire lo stesso livello di sicurezza e i vantaggi del nostro cloud privato ma anche maggiore scalabilità.  La collaborazione con IBM mira a creare un cloud di terze parti all’avanguardia, dando priorità alle necessità in termini di resilienza di dati, privacy e sicurezza delle informazioni dei clienti.”

Per sviluppare IBM Cloud for Financial Services, IBM ha collaborato con Bank of America e Promontory, buiness unit di IBM e leader globale nella consulenza sulla conformità normativa dei servizi finanziari, per rispondere ai requisiti di sicurezza e conformità del cloud previsti a livello normativo. L’obiettivo è permettere agli istituti finanziari di ospitare applicazioni e progetti in totale sicurezza. IBM Cloud Policy Framework per i servizi finanziari offre le funzionalità di controllo necessarie a  gestire in sicurezza dati bancari sensibili. IBM, Promontory e il consiglio continueranno a collaborare per garantire un allineamento costante alle normative di settore.

IBM amplia l’ecosistema cloud per i servizi finanziari

BNP Paribas è entrata a far parte dell’IBM Cloud for Financial Services come anchor client in Europa, consapevole di come il cloud pubblico di IBM fosse in grado di soddisfare i propri rigorosi standard, grazie alla profonda conoscenza del settore finanziario, alla capacità di supervisione ed alla forte esperienza nella protezione dei dati. BNP Paribas utilizzerà un cloud dedicato, sviluppato e gestito da IBM, che sfrutta le tecnologie del cloud pubblico di IBM, tra cui le funzionalità di crittografia “Keep Your Own Key” (KYOK). Inoltre, BNP Paribas prevede l’ingresso di altri partner bancari europei nell’ecosistema.

“Stiamo guidando l’innovazione nel settore dei servizi finanziari e siamo in grado di collaborare con un ecosistema che registra un continuo ingresso di provider tecnologici, dalle piccole startup ai leader del settore”, ha sottolineato Bernard Gavgani, CIO BNP Paribas. “Rafforzeremo ulteriormente la nostra collaborazione con IBM, in quanto IBM Cloud for Financial Services ci permette di portare avanti il nostro percorso di migrazione verso il cloud e di trasferire progetti mission-critical in completa sicurezza, soddisfando gli standard normativi del settore.”

IBM ha inoltre ampliato il proprio ecosistema di ISV per includere quasi 30 partner, tutti impegnati a offrire servizi cloud a IBM Cloud for Financial Services per contribuire a soddisfare rigidi requisiti di sicurezza, resilienza e conformità ed accelerare le transazioni con gli istituti finanziari.

“L’adozione dei financial services di IBM da parte delle principali istituzioni finanziarie e dei partner tecnologici mondiali evidenzia come le funzionalità di crittografia di IBM Public Cloud siano in grado di rispondere alle esigenze di tutti i settori altamente regolamentati, tra cui servizi finanziari, assistenza sanitaria, telecomunicazioni, compagnie aeree e altro ancora”,  ha affermato Howard Boville, Senior Vice President IBM Cloud. “La piattaforma di IBM è in grado di soddisfare i requisiti normativi e dà vita ad un ecosistema collaborativo in cui banche e fornitori possono compiere transazioni in totale sicurezza”.

Il nuovo Research Cloud Innovation Lab e la più innovativa offerta di security per i clienti

IBM Research ha avuto un ruolo determinante nello sviluppo di IBM Cloud for Financial Services, grazie ad un approccio olistico alla sicurezza e alla conformità, che abbraccia infrastruttura, piattaforma, dati e flusso di lavoro degli sviluppatori. In collaborazione con IBM Research, per esempio, IBM ha sviluppato IBM Cloud Security and Compliance Center, che permetterà ai clienti di monitorare e rafforzare i livelli di sicurezza e conformità all’interno di un processo continuo, automatizzato e flessibile. Inoltre, in seguito alla recente acquisizione di Spanugo, IBM Cloud Security and Compliance Center potrà ulteriormente semplificare il flusso di lavoro degli sviluppatori nelle aree della security e della compliance.

IBM Cloud Security and Compliance Center sarà disponibile ad agosto 2020. Gli istituti bancari e gli ISV, con progetti su IBM Cloud for Financial Services, potranno quindi stabilire i propri livelli di conformità e controllare il sistema in tempo reale, tenendo traccia dei dati necessari ad effettuare audit di settore. Contestualmente, Promontory continuerà a fornire servizi personalizzati di consulenza sui rischi IT a tutti gli utenti di IBM Cloud for Financial Services.

Per consentire ai clienti e ai partner dell’ecosistema di beneficiare delle tecnologie cloud emergenti, create da IBM Research, ad agosto IBM lancerà IBM Research Cloud Innovation Lab: clienti e partner finanziari di IBM Cloud potranno sperimentare le ultime innovazioni di IBM Research Lab in ambito cloud. IBM Research Cloud Innovation Lab sarà anche il luogo ideale per il confronto e lo scambio di idee e opinioni. Per ulteriori informazioni su IBM Research Cloud Innovation Lab e IBM Cloud Center for Security and Compliance: link.

IBM Cloud for Financial Services gira sul cloud pubblico di IBM ed ha gli stessi standard sicurezza presenti in IBM Z. Fornito tramite i servizi IBM Hyper Protect, IBM Cloud Financial Services offre funzionalità di crittografia “Keep Your Own Key”, dotate del più alto livello di certificazione di sicurezza del mercato, che rende il public cloud di IBM il più sicuro del settore. Per ulteriori informazioni: www.ibm.com/cloud/public 

Le dichiarazioni relative alla direzione e alle intenzioni future di IBM sono soggette a modifica o ritiro senza alcun preavviso e rappresentano solo degli obiettivi

Per maggiori informazioni:

IBM – Media Relations Paola Piacentini +39 335 1270646 paola_piacentini@it.ibm.com
IBM – Media Relations Claudia Ruffini +39 335 6325093 cla@it.ibm.com